Proventi derivanti da OICR immobiliari italiani esenti da ritenuta anche nel caso di percezione “mediata” da parte di OICR esteri “white list”

29/06/2021 -  Guido Pampaloni

Fiscalità internazionale

L’Agenzia delle Entrate, nell’ambito della risposta ad interpello n. 409 del 16 giugno 2021, ha fornito alcuni chiarimenti in merito all’esenzione da ritenuta sui proventi distribuiti da OICR immobiliari italiani di cui all’articolo 7, comma 3, del D.L. 25 settembre 2001, n. 351, prevista in favore di OICR esteri istituiti in Stati white list. Tale esenzione, secondo l’Agenzia, trova applicazione anche qualora l’investitore partecipi al fondo immobiliare attraverso veicoli societari che detengono le quote del fondo. L’istanza di interpello concerne una società di gestione del risparmio (“SGR”) che ha istituito in Italia un fondo di...

Prezzo-valore inapplicabile ai contratti di costituzione di rendita vitalizia

22/06/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

La Corte di Cassazione afferma che non è possibile optare per il sistema del “prezzo-valore” per determinare la base imponibile dell'imposta di registro e delle imposte ipocatastali in relazione a un contratto di costituzione di rendita vitalizia dietro la cessione della nuda proprietà di immobili. Il caso di specie Nel caso in esame un contribuente ha esercitato l'opzione per il sistema del “prezzo-valore”, previsto dall'art. 1 c. 497 L. 266/2005, in relazione a un contratto di costituzione di rendita vitalizia, dietro cessione della nuda proprietà di immobili, al fine di evitare l'applicazione dell'art. 46 DPR ...

La giurisdizione sui vizi dell’atto di recupero del credito tributario nell’ambito degli accordi internazionali contro le doppie imposizioni - Commento a Cass. civ., Sez. V, ordinanza 24 maggio 2021, n. 14155

18/06/2021 -  Andrea Petracca

Fiscalità internazionale

Con l’ordinanza in commento, la Corte di Cassazione si è espressa in merito al riparto di giurisdizione tra giudice italiano e giudice straniero, relativamente all’impugnazione dell’atto con il quale il concessionario della riscossione ha richiesto il pagamento del tributo dovuto in uno Stato, con il quale l’Italia ha stipulato una convenzione per evitare le doppie imposizioni.La vicenda trae origine dalla notifica di un avviso di mora, ad opera del concessionario italiano, per un presunto debito gravante sul contribuente nei confronti del fisco belga. L’atto era stato emesso in forza dell’art. 27 della Convenzione tra la Repubblica Italiana e il Re...

Hosting provider, nessuna responsabilità senza rielaborazione delle informazioni

16/06/2021 -  Carlo Impalà

TMT e Data Protection

L'hosting provider, disciplinato dal decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, è il soggetto che organizza l'offerta ai propri utenti dell'accesso alla rete internet e dei servizi connessi all'utilizzo della stessa. Ai sensi del predetto decreto, si distinguono tre figure di soggetti che operano nel mercato, articolate in ragione della tipologia di prestazione resa a cui corrisponde una specifica forma di responsabilità: (i)mere conduit; (ii)caching; (iii)hosting.In relazione a tale ultima attività la giurisprudenza europea distingue due figure di hosting provider: (i)hosting provider "passivo"; (ii)hosting provider "attivo". Con riferimento ai profili di responsabilit&a...

Trust e imposizioni in uscita: nuovo orientamento e nuove questioni

16/06/2021 -  Francesco Nicolosi

Consulenza tributaria e tax compliance

Con la risposta a interpello 15 febbraio 2021, n. 106 l’Agenzia delle Entrate sembrerebbe aver sancito, superando il proprio precedente orientamento, l’imponibilità delle attribuzioni in trust al momento dell’eventuale devoluzione al beneficiario. Ciò a condizione che si verifichi un effettivo arricchimento di quest’ultimo. Tale conclusione è stata confermata nelle risposte a interpello del 18 maggio 2021, n. 351 e n. 352.Il nuovo orientamento sembra determinare l’allineamento dell’Agenzia delle Entrate rispetto alla posizione maggioritaria della Corte di Cassazione. Tale nuova impostazione è sicuramente maggiormente rispettosa ...

La buona fede nella prospettiva del contribuente

16/06/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

La Corte di Cassazione ha posto l'accento sul disvalore della condotta del contribuente, il quale, in palese violazione dei canoni generali di correttezza e buona fede che gli imponevano di segnalare all'Amministrazione finanziaria l'errore manifestoin cui era incorsa nel comunicare la data di fissazione del contraddittorio preaccertativo, ha fatto uso abusivo dellanorma che, nel caso di accertamenti standardizzati mediante l'applicazione degli studi di settore, sanziona con la nullità la violazione dell'obbligo di attivare il contraddittorio. Per l'Amministrazione finanziaria l'obbligo di attivazione del contraddittorio...

La remunerazione arm’s lenght di taluni servizi infragruppo – commento a CTR Lombardia, sez. 3, sentenza 8 aprile 2021, n. 1373/3/2021

08/06/2021 -  Riccardo Cattaneo

Fiscalità internazionale

La Commissione tributaria regionale della Lombardia (“CTR”), con la sentenza in commento, fissa due importanti principi in tema di transfer pricing.In primo luogo, viene ribadito che i servizi resi da un soggetto terzo indipendente direttamente nei confronti di una società del gruppo residente all’estero – con l’intervento dell’impresa italiana associata, che svolge la funzione di service provider, in qualità di mera “intermediaria” tra l’utilizzatrice del servizio e l’impresa terza prestatrice – non danno luogo a maggiori corrispettivi intercompany, se la service provider medesima si limita a riaddebitare il sol...

In funzione la Procura Europea contro i reati che ledono gli interessi finanziari dell’UE – tematiche in materia di responsabilità dell’ente

04/06/2021 -  Francesco Rubino

Diritto penale dell’economia e dell’impresa

Dal 1 giugno 2021 è divenuta operativa la Procura Europea (Eppo - European Public Prosecutor's Office) competente allo svolgimento di indagini e all’esercizio dell’azione penale nei confronti degli autori di reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione Europea.La vera novità sta nel fatto che se sino ad oggi il potere di svolgere le indagini era affidato a Procuratori nazionali, con la costituzione dell'Eppo (che ha un potere di indagine equiparabile a quello di una Procura nazionale) la giurisdizione non è più limitata al territorio sello Stato ma si estende all'intero territorio europeo.Per i reati di competenza della Procura Europea i...

Livello di tassazione delle società estere, ai fini della disciplina CFC – Agenzia delle Entrate, Principi di diritto 6 aprile 2021, nn. 5, 8 e 9

04/06/2021 -  Francesco Nicolosi

Fiscalità internazionale

I Principi di diritto Agenzia delle Entrate 6 aprile 2021, nn. 5, 8 e 9 esaminano alcune tematiche applicative relative al regime CFC ex art. 167 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (“TUIR”) vigente prima dell'intervento del d.lgs. 29 novembre 2018, n. 142 (c.d. “Decreto ATAD”). In particolare, le risposte 5 e 8 concernono il confronto tra il livello di tassazione effettivo estero e quello virtuale italiano ai fini della c.d. “CFC White” ex art. 167, comma 8-bis, del TUIR. La risposta n. 9 concerne invece il confronto tra aliquota nominale italiana ed aliquota estera ai fini dell’applicazione della c.d....


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni