Split payment: come emettere le note di variazione

30/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

A decorrere dal 14 luglio 2018, le prestazioni di servizi soggette a ritenuta sono fuori dal perimetro di applicazione dello split payment. Pertanto, le fatture emesse per le prestazioni di servizi di lavoro autonomo devono seguire le regole ordinarie. Ma cosa succede se, a decorrere da tale data, è necessario emettere note di variazione (in aumento o in diminuzione) relative a fatture emesse con il meccanismo della scissione dei pagamenti? Mutuando i chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 15/E/2015, si può concludere che le note di variazione in aumento devono essere emesse seguendo le regole ordinarie, quelle in diminuzione con il meccanismo de...

Decreto Dignità: un ritorno alle origini per lo split payment

04/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Le prestazioni di servizi soggette alla ritenuta dalla fonte sono fuori dallo split payment. Pertanto, i professionisti, dalla data di entrata in vigore del decreto Dignità, potranno fatturare le loro prestazioni professionali con le ordinarie modalità. È quanto prevede l’art. 11 del decreto Dignità. E così, accogliendo i dubbi e le perplessità palesati da vari organi di categoria, lo split payment ritorna alle origini e trova applicazione solo per le cessioni di beni effettuate nei confronti delle Pubbliche amministrazioni, le società quotate e gli enti e le società controllati da enti pubblici. La lettura integrale dell'articolo...

IVA: aumenteranno adempimenti e controlli?

20/09/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Le novità in materia di IVA in arrivo con la legge di Bilancio 2018 vanno in una direzione che non è certo quella della semplificazione fiscale: dall’ulteriore abbassamento, da 5.000 a 2.500 euro, della soglia del credito IVA in presenza del quale occorre apporre in dichiarazione il visto di conformità, all’estensione dello split payment a nuovi settori, fino all’introduzione dell’obbligo della fatturazione elettronica tra privati B2B. Se la finalità è quella di ridurre il gap IVA che l’Italia presenta rispetto agli altri Paesi UE, non si può non rilevare che a fare le spese di queste ulteriori restrizioni saranno i cont...

Split payment: fornitori a rischio sanzioni

23/08/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

L’ampliamento dell’ambito soggettivo dei destinatari dello split payment ad opera della Manovra correttiva 2017 pone a carico dei fornitori di beni e servizi la possibilità di essere esposti a rischi sanzionatori, quali possono essere quelle che si rinvengono nella non corretta applicazione di tale meccanismo dovuta alla non corretta identificazione dei destinatari delle operazioni in questione. A ciò si aggiungano i numerosi costi che i soggetti in parola sono tenuti a sostenere per adeguare i propri sistemi gestionali e contabili, costi che non sembrano trovare adeguata giustificazione dello “stretto” intervallo temporale di applicazione del meccanismo...

Split payment: destinatari della norma autocertificati

07/06/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Per identificare correttamente i soggetti nei cui confronti, a decorrere dal 1° luglio 2017, sarà necessario fatturare applicando il meccanismo dello split payment, cedenti e prestatori possono richiedere ai loro cessionari o committenti di rilasciare un documento che attesti la loro riconducibilità ai soggetti cui si applicano le disposizioni dettate dall’art. 17-ter del decreto IVA. Ciò eviterà a cedenti e prestatori di dover sostenere i costi di una visura camerale . È quanto prevede la Manovra correttiva 2017 a seguito delle modifiche introdotte dalla Camera dei Deputati nel corso dell’iter di conversione in legge.La lettura integrale de...

Manovra correttiva: split payment anche per i professionisti

18/04/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Dal 1° luglio 2017 lo split payment trova applicazione anche per le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione da parte dei professionisti. È questa una delle novità di maggiore impatto contenute nella Manovra correttiva. Viene inoltre ampliato il novero dei soggetti nei cui confronti occorre applicare lo split payment, ricomprendendovi le società quotate e quelle controllate dagli enti pubblici. Tali modifiche determinano sicuramente un impatto positivo in termini di gettito; tuttavia, i professionisti che operano in maniera prevalente con la PA, potrebbero trovarsi a fare i conti con problemi di esposizione finanziaria. Estensione doppia dell&rs...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni