Hosting provider, nessuna responsabilità senza rielaborazione delle informazioni

16/06/2021 -  Carlo Impalà

TMT e Data Protection

L'hosting provider, disciplinato dal decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, è il soggetto che organizza l'offerta ai propri utenti dell'accesso alla rete internet e dei servizi connessi all'utilizzo della stessa. Ai sensi del predetto decreto, si distinguono tre figure di soggetti che operano nel mercato, articolate in ragione della tipologia di prestazione resa a cui corrisponde una specifica forma di responsabilità: (i)mere conduit; (ii)caching; (iii)hosting.In relazione a tale ultima attività la giurisprudenza europea distingue due figure di hosting provider: (i)hosting provider "passivo"; (ii)hosting provider "attivo". Con riferimento ai profili di responsabilit&a...

Direttiva DAC 7: i gestori delle piattaforme online diventeranno collaboratori del Fisco

26/05/2021 -  Carlo Impalà

TMT e Data Protection

Il 25 marzo 2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea la c.d. “DAC 7” – Direttiva (UE) 2021/514 – che modifica le regole in materia di scambio di informazioni e di cooperazione amministrativa tra gli Stati membri della UE. A decorrere dal 1° gennaio 2023 i gestori delle piattaforme digitali saranno obbligati a comunicare alle Amministrazioni finanziarie  competenti dei vari Paesi dell’UE una serie di dati reddituali relativi ai venditori e alle operazioni di locazione di beni immobili, erogazione di servizi personali, vendita di beni e locazione di mezzi di trasporto da questi effettuate per il tramite dei loro porta...

Digital Services Tax: chiarimenti dell’Agenzia delle entrate

16/04/2021 -  Carlo Impalà

TMT e Data Protection

L’Agenzia delle entrate - con la Circolare del 23 marzo 2021, n. 3/E - ha reso chiarimenti in merito al funzionamento dell’imposta sui servizi digitali (cd. “Digital Services Tax”), introdotta dalla Legge di bilancio 2019. Sono soggette al pagamento dell’imposta: a)       le imprese, anche non residenti, con ricavi globali pari ad almeno 750 milioni di euro; b)       che abbiano conseguito almeno 5,5 milioni di euro di ricavi derivanti da determinati servizi digitali realizzati in Italia. L’imposta si applica sui ricavi derivanti dai seguenti servizi digitali: (i)    veicolazione di...

Digital tax: modifiche alle scadenze di versamento

18/03/2021 -  Carlo Impalà

TMT e Data Protection

Il Ministero dell’economia – con il comunicato stampa diramato il 9 marzo 2021, n. 46 – ha reso noto che è in corso di redazione il provvedimento che modifica i termini per il versamento dell’imposta sui servizi digitali (c.d. Digital Service tax) al 16 maggio 2021 e quelli per la presentazione della relativa dichiarazione al 30 giugno dell’anno solare successivo a quello in cui si verifica il presupposto d’imposta. I nuovi termini di versamento e dichiarazione si applicheranno anche in sede di prima applicazione della norma in luogo di quelli prorogati, rispettivamente al 16 marzo 2021 e al 30 aprile 2021, con il DL 15 gennaio 2021 n.3. Si ricorda ...

Imposta sui servizi digitali: pronto il modello di dichiarazione

17/02/2021 -  Carlo Impalà

TMT e Data Protection

A partire dal 25.01.21, è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate il nuovo modello Digital services tax ("DST"), da utilizzare per comunicare i dati relativi all’Imposta sui servizi digitali dovuta per il 2020. La DST – si ricorda – che è dovuta con aliquota del 3% sui ricavi derivanti da determinati servizi digitali resi da soggetti esercenti attività d'impresa che, nel corso dell'anno solare precedente a quello in cui sorge il presupposto impositivo, realizzano ovunque nel mondo, singolarmente o congiuntamente a livello di gruppo, un ammontare complessivo di ricavi non inferiore a euro 750.000.000 e, nel medesimo periodo, sempre singolar...

Decreto “Cura Italia”: introdotte misure per il settore delle comunicazioni elettroniche

31/03/2020 -  Carlo Impalà, Marta Licini

TMT e Data Protection

Al fine di fronteggiare la crescita dei consumi dei servizi e del traffico sulle reti di comunicazione, registrati in concomitanza con l’emergenza epidemiologica da Covid-19, il Consiglio dei Ministri, con Decreto del 16.03.20, ha disposto specifiche misure per il settore delle comunicazioni elettroniche. Tali disposizioni prevedono a carico degli operatori, italiani o esteri, che svolgono attività di fornitura di reti e servizi di comunicazione elettroniche – riconosciuti dal Decreto quali imprese di pubblica utilità: (i) lo svolgimento di ogni iniziativa utile per potenziare le infrastrutture, garantirne il funzionamento nonché garantire l’operativit&...

Consultazione pubblica sullo schema di regolamento recante norme in materia di Fintech

29/02/2020 -  Carlo Impalà, Marta Licini

TMT e Data Protection

Lo scorso 7 febbraio 2020 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha dato il via a una consultazione pubblica sullo schema di regolamento recante norme in materia di fintech, che consentirà alle imprese fintech di testare nuovi servizi e prodotti IT, nei settori finanziario, creditizio e assicurativo sotto il monitoraggio dell’autorità di vigilanza competente, per un periodo non superiore a 18 mesi.Nell’ambito di tale regolamento è prevista l’istituzione del Comitato Fintech, che avrà il compito di individuare gli obiettivi, definire i programmi e porre in essere le azioni per favorire lo sviluppo della tecno-finanza, nonché di fo...

L’Italia verso la regolamentazione delle offerte iniziali e degli scambi di cripto-attività

31/01/2020 -  Carlo Impalà, Marta Licini

TMT e Data Protection

In data 2.01.2020, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB) ha pubblicato un rapporto finale sulle questioni emerse in seguito alla propria consultazione avente a oggetto “Le offerte iniziali e gli scambi di cripto-attività”. Tale consultazione muove dalla ritenuta esigenza di disciplinare le offerte iniziali di cripto-attività (ICO), che si caratterizzano per l’utilizzo della tecnologia basata sui registri distribuiti (dlt), nell’ambito della quale si è sviluppata la tecnologia blockchain. Quanto agli emittenti, i requisiti per i promotori di tali iniziative - siano essi società, persone fisiche o network di svilu...

Big data: senza tutele giuridiche a rischio l’economia digitale Ue

12/12/2019 -  Federica Minio, Giulia Castelli

TMT e Data Protection

Big Data sono considerati il motore dell’economia digitale, in grado di manifestare il loro enorme potenziale economico non tanto nel singolo dato, quanto nella possibilità di elaborare, organizzare e analizzare i dati nel loro complesso attraverso l’utilizzo di software e algoritmi i quali, di volta in volta, possono generare un’informazione diversa e nuova rispetto a quella di partenza la quale concede, a chi la detiene, un vantaggio economico potenzialmente immenso. Ad oggi però, gli strumenti di tutela predisposti dal nostro ordinamento non sembrerebbero in grado di tutelare i Big Data e i risultati che sono diretta conseguenza del...

Obblighi di stay down su scala mondiale per gli hosting provider confermati dalla CGUE

30/11/2019 -  Carlo Impalà, Marta Licini

TMT e Data Protection

La Corte di Giustizia dell’Unione europea, nella recente sentenza del 3 ottobre 2019, ha affermato che la direttiva 2000/31/CE sul commercio elettronico non osta a che un giudice di uno Stato membro possa ordinare a un prestatore di servizi di hosting (nel caso di specie Facebook Ireland Limited) di bloccare l’accesso o rimuovere, a livello mondiale, le informazioni da esso memorizzate e il cui contenuto sia identico ovvero equivalente a quello di un’informazione precedentemente dichiarata illecita, qualunque sia l’autore della richiesta di memorizzazione di siffatte informazioni. La sorveglianza e la ricerca delle informazioni oggetto di tale ingiunzione deve per&ogr...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni