Utili deliberati nel 2017: incertezze sul regime di tassazione

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge di bilancio per l’anno 2018 uniforma la tassazione dei redditi di capitale derivanti dal possesso di partecipazioni qualificate percepiti da persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa a quella dei redditi derivanti da partecipazioni non qualificate: ritenuta alla fonte pari al 26% per i dividendi percepiti a partire dal 1° gennaio 2018.
Viene, altresì, previsto un regime transitorio per la distribuzione delle riserve di utili al fine di non penalizzare i soci con partecipazioni qualificate. Va, però, precisato che il legislatore si limita a confermare il precedente regime impositivo per le sole ipotesi di distribuzione di riserve di utili formatisi fino al 31 dicembre 2017 e deliberate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2022. Quale regime di tassazione si applica, al contrario, ove la distribuzione degli utili sia deliberata nel 2017, ma questi siano di fatto distribuiti nel 2018?

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati di MySolution, per maggiori informazioni clicca qui.