Voluntary disclosure bis: una scadenza da rinviare

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

I contribuenti che non hanno indicato nel quadro RW della dichiarazione relativa al 2016 trasferimenti da e verso l’estero stanno ricevendo in questi giorni le comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate. Ma mancano ormai i tempi tecnici per attivare la voluntary disclosure bis: il contribuente che volesse aderire in extremis alla procedura dovrebbe presentare l’istanza di adesione, trasmettere la relazione di accompagnamento e la documentazione di supporto ed eventualmente liquidare quanto dovuto, tutto entro il termine del 2 ottobre 2017. Occorre allora sperare in una proroga. Soprattutto se si vuole dare alla voluntary bis ancora qualche chance di raggiungere il gettito atteso.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.

Voluntary bis