Rivalutazione quote e terreni anche per il 2024. Con imposta sostitutiva al 16%

Imposta sostitutiva al 16% per la rideterminazione del costo fiscale di terreni e quote.

È quanto prevede il disegno di legge di Bilancio 2024 che riapre ancora una volta i termini per i soggetti non imprenditori, per rideterminare il costo fiscale delle partecipazioni negoziate e non negoziate in mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione e dei terreni edificabili e con destinazione agricola posseduti alla data del 1° gennaio 2024.

L’opzione si perfeziona mediante la redazione di un’apposita perizia giurata da parte di un professionista abilitato e il versamento dell’imposta sostitutiva del 16% entro il 30 giugno 2024.

L'articolo integrale è disponibile su IPSOA